Sovranità e serenità alimentare dell' Atakora e del popolo Natenì

Dati generali progetto

Anno: 2015
Paese: Benin
Località: Toucountouna
Associazione: Gente d'Africa
Valore del progetto: € 219.580,00
A carico di Prosolidar: € 219.580,00
Percentuale finanziata: 100,00%


Obiettivo

Sviluppare l’agricoltura locale in termini di maggiore qualità e varietà, migliorare l’alimentazione di bambini per contrastare la malnutrizione, alfabetizzare le donne e gli uomini dei villaggi coinvolti

Destinatari

Donne e le loro famiglie del comune di Toucountouna

Descrizione Progetto

Il progetto ha come obbiettivo quello di inserire nelle abitudini alimentari dei beneficiari (popolazione Natenì) alimenti che sono stati abbandonati nel tempo e alimenti nuovi (sempre di origine vegetale) che possano compensare le carenze nutrizionali di cui spesso soffrono, soprattutto mamme e bambini e migliorare la qualità degli alimenti che già producono. Il tutto deve essere coltivato dalle famiglie seguendo le regole dell’agricoltura biologica. La formazione agronomica sarà fatta da quelli che chiamiamo RELAIS ma in realtà sono maestri alfabetizzatori natenì che cureranno parallelamente anche la alfabetizzazione in lingua Natenì dei soggetti coinvolti. Per quanto riguarda la formazione, l’intento di Gente d’Africa è di avvalersi della collaborazione sul territorio dei tecnici del Comune di Toucountouna in servizio nel CARDER a livello regionale e più precisamente il S.C.D.A. (Service Comunal Developpement Agricol). Il controllo di qualità sarà curato da laboratori specializzati della capitale Cotonou e con il Patrocinio del Ministero della Salute Parallelamente a questo progetto di formazione è prevista la costruzione di un polo permanente sulla Sovranità Alimentare con sale polifunzionali, servizi, alloggi per i volontari, pozzo, pannelli solari e orto sperimentale/didattico.